Dopo la tappa di Lecce, il festival itinerante “La Notte della Taranta” ritorna nei luoghi d’origine, nella Grecìa Salentina, a Castrignano dei Greci in Zona Pozzelle. Alle 21.30 l’apertura è affidata a Cardisanti, gruppo di Cutrofiano saldamente ancorato alla tradizione dei “suoi” cantori. A far rivivere le antiche atmosfere, facendo tornare in mente le esibizioni dell’infaticabile Uccio Aloisi saranno Uccio Casarano, già componente degli Ucci e la figlia di Uccio Bandello, Lina. Con loro sul palco anche giovani musicisti, chiamati a raccogliere l’importante eredità lasciata loro. Un viaggio sonoro che attraversa mezzo secolo di storia della musica popolare di questa terra . E’ questo il personale omaggio del gruppo che, nella serata del 16 agosto, ricorda i cantori del Salento con un estratto dello spettacolo “Ballando le stelle del Salento” dedicato a Pino Zimba, Uccio Aloisi, Uccio Bandello e il maestro di Nardò Luigi Stifani.

Voce duttile e versatile, Stella Grande, dal 2004 tra i protagonisti del Concertone finale di Melpignano, con “Anime bianche” a Castrignano dei Greci propone un repertorio ben assortito dove le sonorità locali incontrano la teatralità attraverso molteplici linguaggi artistici che arricchiscono la performance.

E la tradizione incontra la modernità con i Nidi d’Arac. Un viaggio musicale “nel tempo” che parte da lontano e approda nel contemporaneo, contaminato dalla musica elettronica attraverso un mix vincente. Nuove espressioni musicali si fondono e danno vita ad una ricerca di contenuti che partendo dalle origini salentini si evolve fino a diventare patrimonio popolare del Mediterraneo.

Il risultato è un incrocio tra antico e moderno che Alessandro Coppola, leader del gruppo, modella creando un nuovo stile, figlio degli spartiti di pizzica ma proiettato verso il futuro attraverso ritmi trance, sintentizzatori e componenti elettronici.

SCHEDE ARTISTI

CARDISANTI

carisantiIl gruppo nasce sulla scia dei vecchi cantori di Cutrofiano – tra cui l’indimenticato Uccio Aloisi – e porta in scena la produzione di testi originali e melodie fedelissime appartenenti alla miglior tradizione della musica popolare pugliese. Uccio Casarano, già componente degli Ucci, Lina Bandello, figlia di Uccio (Bandello), portano avanti con passione una tradizione importante, accompagnati in questo percorso da giovani musicisti animati dalla stessa passione. Hanno pubblicato tre cd, l’ultimo dei quali risale al 2010, mentre sono impegnati nella realizzazione di un quarto.

STELLA GRANDE E ANIME BIANCHE

stella grandeAnime Bianche è un gruppo di musica popolare che riesce a coniugare la tradizione con i ritmi più contemporanei, tra testi che possono essere considerati ormai dei classici e canzoni che trattano problematiche attuali. Le note identificative del gruppo sono: un grande coinvolgimento ritmico ed emotivo, una spiccata teatralità, una intensa interpretazione affidata a Stella Grande, dal 2004 voce della Orchestra Popolare La Notte della Taranta. Elio Coriano, fondatore del gruppo è uno dei poeti più affermati in campo nazionale.

NIDI D’ARAC

nididaracLa tradizione della pizzica incontra le sonorità della musica elettronica con i Nidi d’Arac, band nata a Roma nel 1998 e guidata da Alessandro Coppola. Lo stile della formazione è il risultato della modernità, è un incrocio tra riflessioni sulla tradizione ed elettroniche accelerazioni metropolitane (campionatore, groove-box, computers). Con sei album all’attivo, i Nidi d’Arac, hanno sviluppato un’interessante metodologia di ricerca etnomusicale senza mai tralasciare due complementari aspetti della musica: i contenuti e la forma.