Il Tar di Lecce, con sentenza n. 1482/14, depositata il 13.6.2014 ha confermato la piena legittimità delle scelte assunte lo scorso aprile dal Comune di Neviano per la copertura del posto di Responsabile del ServizioFinanziario dell’Ente.

L’Amministrazione Comunale di Neviano, infatti, in un ottica di razionalizzazione delle risorse e di efficentamento della macchina amministrativa, aveva stabilito con proprie delibere giuntali di assumere a tempo indeterminato il Dott. Stefano De Pascali in seno al posto di Istruttore contabile-Responsabile del Servizio Finanziario, ricorrendo allo strumento, normativamente previsto, dell’utilizzo per scorrimento della graduatoria approvata da altro Ente.

Avverso tali determinazioni erano insorti due cittadini i quali, impugnando gli atti comunali innanzi al Tar di Lecce, avevano ritenuto gli stessi illegittimi in quanto, a loro dire, tale assunzione sarebbe dovuta avvenire con l’indizione, ex novo, di una apposita procedura concorsuale.

Il Tar di Lecce con la citata sentenza – accogliendo in toto le argomentazioni prospettate nel corso del Giudizio dal difensore del Comune di Neviano, Prof. Avv. Saverio Sticchi Damiani, e dal difensore del Dott. De Pascali, Avv. Raffaele Pinto – ha respinto il ricorso in questione,motivatamente evidenziando che la scelta di ricorrere all’utilizzo di una graduatoria vigente, ancorché approvata da altro Ente locale, relativa ad un precedente concorso bandito per la copertura di un posto di identico profilo, trova piena conferma, sia da un punto di vista normativo che giurisprudenziale, in ragione del favor espresso nei riguardi di tale modalità di reclutamento delle risorse umane che consente all’Amministrazione di risparmiare tempo e denaro pubblico, garantendo comunque un elevato livello di professionalità dei dipendenti da assumere in quanto reperiti tra soggetti sottoposti già a selezione in una precedente procedura concorsuale per identica qualifica.

Leggi la sentenza del TAR.