Fedeltà e coerenza prima di tutto, senza abbassare la guardia o far finta di ignorare i problemi, per una politica a servizio del territorio e mai viceversa. Ecco perché credo fermamente nella bontà del progetto di Michele Emiliano, nella sua storia politica, nella sua personalità pragmatica e brillante. L’uomo giusto per una nuova stagione del PD e della Puglia, dove l’azione amministrativa e di governo diventi protagonismo di tutta la Regione, dove l’espressione democratica sia segno e contributo di pensiero autonomo e non certamente rispondente ad altre logiche.

Oggi Michele Emiliano per i pugliesi è la figura politica più indicata e rappresentativa, non solo perché ha governato bene la città di Bari, facendo crescere in modo cospicuo la quota attrattiva del capoluogo regionale, ma soprattutto perché il suo PD non è stato risucchiato nel vortice della dispersione del consenso ma ha mantenuto, invece, ben ferma la barra del timone anche in mezzo alle difficoltà del processo in atto, fatto di dialettica a volte ai limiti della rottura.

La Puglia di Emiliano è quella che tutti immaginiamo, più aperta e libera da ogni forma di autoritarismo, più vicina alle sensibilità giovanili, più incline al dialogo sociale. Fino ad oggi è stato chiaro a tutti che il segretario regionale del PD non ha forzato la mano, non ha acceso polemiche, non ha iniettato veleno nel dibattito politico, pur rimanendo fedele alle sue note caratteriali decise e severe come debbono essere quelle proprie di un vero leader. Un leader di calibro, come serve alla Puglia, presente e dedito al contatto con la gente. Un uomo che risponde solo al popolo, insomma, un fatto che nella politica di oggi sta diventando una rarità.

Emiliano è un politico forte, perché autonomo e libero, che risponde della sua storia personale, del suo carisma, e della sua autorevole esperienza professionale. Non è stato calato dall’alto, non è il delfino di questo o quello, non è alfiere di alcune corrente, ma una personalità che unisce e rappresenta tutti.

Io sto con Emiliano soprattutto per queste ragioni, e anche in virtù del bisogno di mettere alla prova la tenuta del nostro partito.

Il PD, infatti, ha bisogno di mettersi alla prova, cari amici, ma per farlo nella maniera più degna e gratificante per tutti deve dare massimo sostegno al suo leader pugliese e candidato alle primarie del Centrosinistra del 30 novembre prossimo.

Cosimo Durante
Componente Direzione Regionale e
Assemblea Provinciale
Partito Democratico