Lecce, Salento – Il 9 novembre 2015, dalla Segretaria provinciale del PD prima e dalla Direzione provinciale del PD poi, è stato approvato l’ordine del giorno che tende a chiarire e delineare la linea del partito riguardo le due infrastrutture strategiche per il nostro territorio che sono la Metropolitana di Superficie e la SS 275. Infrastrutture che tutto il territorio attende da anni.

 
Di seguito l’ordine del giorno:

L’ammodernamento della rete ferroviaria dell’area salentina, con la contestuale implementazione di un servizio di trasporto di tipo metropolitano, rappresenta ormai una priorità, un intervento non più differibile per la nostra Provincia.

Se non verranno programmate, progettate e finanziate in tempi rapidi le opere necessarie alla realizzazione della c.d. metropolitana di superficie, il Salento corre il rischio di perdere l’opportunità di colmare il divario infrastrutturale con i prossimi fondi comunitari 2014-2020.

L’arrivo del Frecciarossa a Lecce e l’avvio dei lavori per l’Alta Velocità tra Napoli e Bari impongono una netta accelerazione nella realizzazione degli interventi sulla rete ferroviaria del Salento, altrimenti tra qualche anno si arriverà sì a Lecce in poche ore con treni moderni e super veloci, ma poi per spostarsi nel resto della provincia continueranno a permanere quei disagi che in questi giorni vengono denunciati da più parti, soprattutto dalla stampa locale.

Gli interventi già eseguiti da Sud-Est, grazie ai fondi FESR, negli ultimi anni sulle linee salentine (sostituzione binari, soppressione Passaggi Livello, Automazione, Miglioramento sicurezza) sono solo un primo passo, necessario ma non sufficiente. Specie se consideriamo che tutte le linee Sud-Est del barese sono già state elettrificate, in parte anche interrate, e con l’ormai prossimo arrivo dei treni elettrici sarà completato il sistema di trasporto metropolitano dell’anello di Bari.

I primi atti del governo regionale purtroppo non lasciano ben sperare: non sono previsti interventi incisivi sulla rete salentina né nel Piano Regionale dei Trasporti né nei primi atti di programmazione della Giunta.

Il Partito Democratico Salentino chiede dunque al Governo ed alla Regione Puglia, ai parlamentari, agli assessori ed ai consiglieri regionali, un impegno immediato affinché gli interventi necessari per l’ammodernamento della linea possano trovare la giusta copertura finanziaria all’interno delle prossime programmazioni nazionali e/o regionali.

Nella particolare congiuntura economica che il Salento sta attraversando, con la crisi delle aziende ed il boom turistico nei mesi estivi, l’investimento in infrastrutture sostenibili può rappresentare una opportunità di nuovo impulso all’economia.

Per questo il Partito Democratico di Lecce ribadisce l’auspicio che possano prendere avvio in tempio brevi, e per l’intera percorrenza, anche i lavori per l’ammodernamento della statale 275 Maglie-Leuca, in linea con quanto previsto dal PTCP approvato, prima provincia del Mezzogiorno, dai governi di centrosinistra.

Già in tale documento di programmazione era ben evidenziata la necessità di ammodernare la suddetta infrastruttura in armonia con il paesaggio circostante, attraverso la cosiddetta “strada parco”.

A tal proposito il PD rivendica il ruolo decisivo avuto nel momento in cui è stata eliminata l’originaria invasività del tracciato (dimezzamento delle corsie nell’ultimo tratto, eliminazione del viadotto all’altezza di San Dana, previsione di opere di mitigazione ambientale specie in corrispondenza degli svincoli, ecc.) e rifiuta ogni tipo di strumentalizzazione politica delle vicende giudiziarie. Sarà compito della magistratura, in cui il PD ripone la massima fiducia, accertare eventuali responsabilità nell’esperimento delle procedure di gara o nella mancata bonifica, a suo tempo, delle discariche presenti lungo il tracciato.

Alla politica spetta il compito di vigilare affinché il cantiere venga aperto in tempi certi, il finanziamento non vada perduto e venga realizzata quella strada parco che il territorio attende ormai da troppi anni.

Il Segretario provinciale del Partito Democratico, Salvatore Piconese, dichiara:

salvatore piconese 1Il Partito Democratico salentino, attraverso i suoi organismi dirigenti, ha indicato, stasera, la linea politica su due questioni cruciali che riguardano la modernizzazione infrastrutturale del territorio: metropolitana di superficie e 275.
Bisogna avere la consapevolezza del ruolo e della funzione politica del nostro partito nella guida dell’Italia e della Puglia, tralasciando posizioni demagogiche e strumentali lontane da una cultura democratica e di governo.
Oggi abbiamo la possibilità di aprire così una nuova fase di sviluppo della rete dei trasporti e della mobilità nel Salento, grazie proprio al ruolo che il PD ha a livello nazionale e regionale.
E il Coordinamento provinciale PD di Lecce darà un contributo, con i propri eletti e col suo gruppo dirigente, per la crescita sociale e civile del Salento.